A tre mesi dall’inizio…

Sono arrivato su wordpress da instagram. Ero arrivato lì per le fotografie, ne sono uscito con la sensazione di avere sbagliato molte cose, ma con la volontà di continuare con questa passione che avevo riscoperto nell’estate con l’acquisto dell’iphone.

Non pensavo che fotografare mi avrebbe preso così, ma dopo l’esperienza su insta non volevo più avere alcun genere di contatto da “social”. Mi sentivo infastidito, nauseato, arrabbiato perfino per il senso di mediocrità dei rapporti di quella piattaforma. Ciò che desideravo era solo condividere le foto, ma con una serie di opportuni filtri.

Quando ho iniziato con wordpress, volontariamente ho postato qualche foto proveniente da insta,  per dare una continuità (delle foto lì postate non resta nulla, tranne forse qualcosa nella mia pagina facebook: Le briciole di kalosfhttps://www.facebook.com/pages/Le-briciole-di-Kalosf/214428682087418 ) , ma volevo che fosse qualcosa di nuovo, di diverso. Uno spazio nel quale potessi uscire davvero, con tutto ciò che porto nel cuore, con la mia vita reale trasfigurata dalla luce e realizzata (nel senso proprio del termine, ossia fatta reale) nella luce.

Desideravo comunicare questo a coloro che avrei incontrato. In modo semplice, diretto, non perdendo quella spontaneità e leggerezza che non vivevo più su insta.

Da allora sono passati tre mesi e…

oltre 350 foto pubblicate, 263 amici che sono passati sulla pagina e l’hanno scelta, 8893 likes e 2449 commenti…

Non posso che dirvi “grazie”. Non per i numeri (che sono l’ultimo punto del mio interesse), ma per questa rete piena di profondità che si è creata, per i momenti di collaborazione intessuti, per la pazienza che avete avuto nel guardare, commentare e criticare le mie foto. Voglio dirvi “grazie” perchè il mio blog si è trasformato in questi mesi, è divenuto “altro” da se stesso perchè la vostra presenza mi ha aiutato a comprendere cosa o come gestirlo.

Kalosf con la sua ricerca prosegue. Continuare a scrivere con la luce, significa essere ancora luce. E voi siete con me in questo viaggio… Vi ringrazio di cuore. Uno ad uno.