Grazie a Lucia (Un anno di noi)

E poi ci sono i “nuovi” amici di Kalosf, come Lucia, che con coraggio, pur avendo da poco iniziato a seguire il blog, si è gettata in questa avventura, inviandomi un suo scritto.

Il suo blog https://lucia250.wordpress.com/ , che ho avuto modo di visitare, è pieno di vita, pieno di “affermazione”. Lucia ha una percezione del mondo che pone al centro il suo sguardo femminile, lasciando che esso interpreti la realtà e lo faccia con passione.

Grazie anche a te Lucia, per la storia di Maddalena. E’ stato un piacere fotografare anche per te.

Maddalena

Camminava sulla battigia, Maddalena, accanto a quel mare invernale nel cui grigiore amava mescolare il grigio dei suoi occhi appannati.

Appannati di lacrime che non scendevano fuori, ma colavano dentro, calde e salate, a bruciarle la gola e le viscere.

Era in guerra, Maddalena, in perenne guerra con quella vita che gliel’aveva dichiarata il giorno in cui si erano incontrate, nuda il primo giorno, nuda avrebbe sempre combattuto, senz’armi, a parare i colpi di quell’esistenza che non l’amava.

Aveva paura, Maddalena, e, come un animale braccato non si lasciava più avvicinare da nessuno, ché troppe carezze cui aveva creduto, erano divenute spine  conficcate nel suo cuore e le sue carezze le riservava ad animali braccati e fieri come lei, che avevano il terrore e l’orgoglio negli occhi.

Era bella Maddalena, bella come solo chi viene forgiato dal dolore, ma al dolore non permette di sfregiarlo, e più la colpiva, più sfrontatamente risplendeva.

Un’étoile che, sulla punta dei piedi danzava, lieve, sulle macerie dei suoi giorni.

2015/01/img_1722.jpg

Annunci

24 pensieri su “Grazie a Lucia (Un anno di noi)

  1. Un racconto doloroso e delicato…non facile da rappresentare, ma tu ci sei riuscito benissimo: il grigio etereo, l’acqua, il sole che si intravede come una speranza, e quel vortice quasi luminoso, mi da idea del vortice della vita che si vuole innalzare.
    Complimenti.

  2. Caro Sandro grazie di avermi fatto conoscere il blog di Lucia … davvero molto interessante ! Il racconto è molto bello e coinvolgente e tu sei riuscito ad abbinare una foto molto significativa … complimenti ad entrambi !

  3. Arrivo solo ora…a ringraziare te infinitamente per aver regalato questa foto magnifica alle mie parole.
    E’ un’emozione grande.
    Ti ringrazio di cuore, e con te ringrazio tutti coloro mi hanno e ci hanno fatto i complimenti…
    Un abbraccio e scusa il ritardo

  4. Pingback: Grazie a Lucia (Un anno di noi) | lucialorenzon

  5. Mi piace molto come descrivi il mio blog seppur quel “pieno di affermazione” mi sembrano quasi parole adatte ad una ragazza, ragazza che non sono piú da tanto, solo una donna che cerca, con non ppca fatica di ridare una forma alla sua vita dopo che un inatteso, apparentemente impossibile “avvento” l’ha travolta.
    Grazie anche per le tue parole.

    • Ciao Lucia, affermare ha tra i suoi significati quello di “rendere stabile”, proprio ciò che tu sottolinei con il commento del quale ti ringrazio. È stato un piacere fotografare per te e leggerti…

  6. Grazie ancora di tutto…”Rendere stabile” o, almeno, in equilibrio meno precario, ( ora cammino in equilibrio su un filo spinato), é ció cui aspiro, pur non rinunciando alla mia vena di salvifica follia.
    Un abbraccio a voi tutti. ( ❤ )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...