Grazie a Ysingrinus (Un anno di noi)

Ci sono personaggi di wordpress che hanno la caratteristica di essere geniali. Molti scrivono delle cose interessanti o davvero belle, altri fotograno o creano con cura, capacità ed eleganza, altri ancora sono dei bravissimi (meravigliosi) divulgatori. Poi c’è Ysingrinus. Fuori dalle righe, accurato in ciò che scrive, capace di riempire il nulla e di farlo con una stile tale, da sembrare quasi che il nulla non sia più nulla.

Non so come mai sia diventato un “amico” di kalosf, ne chi ha iniziato a seguire l’altro per primo. Ma credo che raramente si sono visti tanti commenti di kalosf in un blog che non sia di fotografia o di poesia.

Ysingrinus non si può raccontare. E’ dissacrante ma anche assolutamente banale, profondo ma anche ingannevolmente superficiale.  I suoi post sono leziose perdite di tempo, ma così ben costruite che un suo solo post vale molti approfondimenti intellettuali. In realtà non so bene perchè ne sia così attratto, ma vi suggerisco di leggerlo… Nello scrittore che Ysingrinus nasconde, infatti, c’è più di qualcosa di geniale. Ecco il blog:  https://yziblog.wordpress.com/

Grazie Ysingrinus perchè la tua apparente leggerezza è un’esercizio di stile dal quale imparo ogni volta. E grazie anche per questo tuo testo. Che ho trovato sin da subito bellissimo.

La polvere del tempo

Guardo l’orologio ricoperto di polvere. L’orologio ticchetta e le sue lancette avanzano, la polvere rende l’orologio un pò opaco ma riesco ancora a vedere il quadrante. Secondo dopo secondo le lancette si muovono e la polvere si deposita sull’orologio. Solo io resto fermo a fissare l’orologio e la polvere che vi si deposita sopra. Vedo passare il tempo ma non lo sento passare, questa posizione di osservatore mi colloca al di fuori del tempo, o almeno è la sensazione che provo. Quando ero piccolo mi piaceva la polvere perché la si poteva togliere e ciò che sembrava vecchio diventava immediatamente nuovo, ora invece non ho la forza di togliere la polvere, neanche da me. Sì perché non solo sull’orologio si è depositata, anche sulla mia pelle, sui miei capelli, sui miei peli. Si è depositata ovunque addosso a me. Mentre osservavo l’orologio sono diventato come l’orologio. Chissà se qualcuno vorrà togliermi la polvere di dosso per farmi tornare giovane

2015/01/img_1761.jpg

32 pensieri su “Grazie a Ysingrinus (Un anno di noi)

  1. Una stupenda metafora con l’orologio e la polvere …il tempo passa e la polvere si deposita anche su di noi e che cosa accadrà quando si tenterà di toglier la polvere su di noi??..Sicuramente non torneremo giovane….Lasciamo libera la risposta che a parer mio è molto semplice…complimenti il testo è superlativo e lo scatto stupendo appropriatissimo: Bravissimi tutti e due.

  2. Questa tua idea è molto interessante. Si legge, si guardano le tue foto e si fa un giro dai tuoi amici. E può accadere che i tuoi amici diventino anche i nostri
    E’ ciò che amo del blog, la condivisione, il palesare.
    Grazie

  3. L’insieme è davvero splendido! Il testo di Ysingrinus – visiterò ben presto il suo blog con maggiore cura di quanto non abbia fatto sinora – e la tua foto … Geniali entrambi.
    Complimenti! 🙂
    Primula

  4. Con questa tua iniziativa ci dai modo di conoscere altri blogger e Ysingrinus è davvero interessante ( ho già sbirciato il suo blog ;-)) la tua foto si abbina perfettamente al testo molto significativo siete bravissimi !!!

  5. Il racconto di Ysingrinus è molto gradevole. Mi verrebbe da suggerirgli che sarebbe bene che la polvere iniziasse a toglierla da sè visto che l’orologio va sempre avanti. Ma sono parole che spesso suggeriamo a noi stessi con poco esito.
    La tua foto: non capisco se l’hai elaborara e montata tu o se è una illustrazione a cui hai fatto un click

  6. Grazie a Kalosf e a questa sua “iniziativa” si scoprono nuovi blog e nuovi amici….per la serie gli amici degli amici sono anche amici miei 🙂

  7. Caspita quanto onore immeritato! Quello rivolto a me intendo!
    Non mi sono potuto connettere molto in questi giorni e non capivo come mai ci fosse stato quest’afflusso di seguaci da me. Ora capisco: mi hai dipinto meglio di come non sia realmente!
    Grazie di tutto, come sempre! 😉

  8. Pingback: Un anno di noi: Ysingrinus e Kalosf | kalosf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...