Grazie a Lia Grassi (Un anno di noi)

Come per molte delle persone che frequentano Kalosf (e che sono da lui frequentate), anche con Lia è stato tutto un intreccio di commenti e di collaborazioni. Come con Jalesh, Eufemia ed altri, anche Lia ha spesso utilizzato le fotografie di Kalosf per renderle sfondo alle sue meravigliose composizioni.

La varietà dei suoi testi, dei temi e dei sentimenti, rende Lia una “scrittrice” che “non sai”. Puoi puntare solo sulla qualità, ma non sulle tematiche che affronta a 360 gradi, con grande umiltà. E’ una donna di amicizia. Lo si sente, lo si percepisce. Ed è una donna di immediatezza. Tra il suo cuore e la sua penna (come probabilmente tra il suo cuore e la sua vita) non c’è molto spazio, se non quello della generosità. Un dono averla trovata sul percorso di Kalosf.

Il suo blog che vi invito a visitare è https://lietta60.wordpress.com/

 

 

CANTO D’INVERNO

Canto di gelo
sussurra la neve
raccogliendo stralci di vita
si lascia cullare
timida brilla
come diamante diffonde
l’impalpabile suo manto

Candido il suo oggi
s’adagia leggera
su nuovi segreti
di una natura
che sbuffa inganni
e che avida sboccia
in una rosa d’inverno

IMG_2107

Grazie a Carlo Galli (Un anno di noi)

Deragliato all’interno dei meandri del suo spirito plastico, scosso nelle sue fondamenta di persona che sta scegliendo percorsi e facendolo cerca di tenere il filo della sua storia, aspro e amaro a volte come un volo ferito. Carlo Galli è questo e molto di più. Il suo blog, tra poesia, composizione e fotografia è un mix di elementi, di tentativi di raccontare chi potrebbe essere l’uomo che si nasconde dietro la scrittura, di creare un esistente nuovo, dall’orizzonte immenso, ma dalla realtà che resta ancora troppo poco espansa per il suo cuore.

Il suo blog, che va visitato, è il seguente https://gallicharl.wordpress.com/

Grazie Carlo, il tuo mondo in espansione è uno spazio nel quale ritrovo pensieri sparsi adulti e adolescenti, che hanno qualcosa da dire al mio cuore. Grazie perciò per il dono che ne fai.

 

Se fossimo esseri

esclusivamente terreni,

la natura ci avrebbe creato le radici.

IMG_2267

Eppure non posso non pensare al fatto che,

comunque,

non abbiamo nemmeno le ali.

IMG_2667

Forse l’uomo è nato libero di scegliere ma,

purtroppo,

resta sempre prigioniero di se stesso.

IMG_2843

Grazie a Soledo (Un anno di noi)

La sua scelta è quelle delle opposizioni. La sua poesia, la sua scrittura è esercizio di libertà costante, a volte con cambiamenti di prospettiva che risultano inattesi e per questo ancor più belli (come per altro nell’esempio appena indicato più sotto).  Lo stile è lucido e limpido perfino nelle circonvoluzioni che accompagnano i suoi percorsi.

Il suo blog, ricco di “scrittura”, è il seguente: https://liberamentesuona.wordpress.com

Vi invito davvero a visitarlo.

 

E grazie a te, Soledo, per le emozioni che ci doni!

Di troppo poco caos

 

Si dispiega un volteggiare di colori

vortice misterioso, a ben guardare  in questo prisma arcobaleno  ci sono

mille e mille farfalle in volo

con movimento frenetico e calmo come il  battito che mi tiene viva

nel ritmo  della musica  di sogno

e danza di possibili  nuove tinte cangianti con forme insolite

ho smesso di cercare perchè non ti trovavo

ma eri solo lì, sul precipizio di un confine di foglia verde speranza

goccia di mattino in  carica di  luce

 

 

 

IMG_1837

Grazie a Marina Oddone (Un anno di noi)

Marina è una di quelle scrittrici che a prima vista potrebbero passare inosservate. In fondo ella si occupa di temi comuni: sentimenti, amore, vita insomma. E lo fa con uno stile piuttosto semplice.

Poi vai dentro le sue composizioni e comprendi che lì c’è qualcosa in più. C’è il cuore di una donna che si esplicita e lo fa in modo prezioso, nascondendo nella semplicità il suo senso di appartenenza, di bellezza che proprio perchè è immediato è ancora più raro. Marina non cerca parole difficili, non cerca nemmeno complessità stilistiche. Scrive di getto, tornando sui temi che le sono cari ed ogni volta  sembra raffinarli, guardarli da un lato diverso.

Il suo blog, che vi invito a visitare (anche perchè Marina è affascinata dalle immagini e spesso collega le sue composizioni ad un’immagine fotografica e non)  è: https://marinaoddone.wordpress.com/

Grazie Marina. La tua semplicità è preziosa raffinatezza. Grazieper il dono che di essa ci fai.

Luce abbagliante

 

Una luce abbagliante

un amore splendente.

Tra i tarli delle gelosie

e l’incomprensione

umana.

Il tuo volto sognante

si confonde nel riflesso

dorato .

Pensieri proibiti

ti curano il cuore

guardando quei riflessi,

negli occhi amati,

i pensieri volano

tra cirri di nuvole

 

IMG_2784

Grazie a Tina (Un anno di noi)

Quando si leggono le composizioni di Tina si sente che c’è sostanza e adesione alle proprie radici. Nonostante la delicatezza delle sue sperimentazioni, le sue righe restano ancorate fortemente al suo cuore, alle sue dinamiche interiori che si manifestano nella sua scrittura.

Tina ha certamente vissuto una vita affettivamente piena, dove ha ricevuto ed ha dato priorità che hanno segnato il suo mondo immaginario (che è poi quello della sua poesia).

E’ con piacere perciò che ho ricevuto il suo brevissimo testo. Ed è con lo stesso piacere che vi invito a visitare il suo blog, per poter immergervi nella sua poesia: https://tinamannelli.wordpress.com/
Grazie Tina per i tuoi commenti, per le tue parole e per la collaborazione!

 

Tramontar vorrei

tramontar vorrei
così come fa il sole
in armonia di rosso

2015/01/img_1814.jpg