Colloqui intimi

Adesso vado.

Ho deciso. 

Non posso più restare. Non riesco, non posso. Non ti riconosco più.

Non mi riconosco più.

Hai devastato ciò che sono senza che io lo volessi. Ti amavo, lo sai. Sono stato baci e respiri, sul tuo cuore. 

Sono stato amore. 

Ma adesso non sono più nulla. 

Quando ti avvicini a me sento il bisogno di allontanarmi, di mettermi da parte.

Certo. Ci vogliamo bene.

Forse.

Non torno da te, la sera, dopo il lavoro. Torno alla mia solitudine. 

E non ci sono più mani che si incrociano, leggerezze che si cercano. È rimasto il silenzio. 

“tutto bene oggi?” “Si, tutto ok. Tu?” “Tutto bene anch’io”. “Hai fatto più tardi oggi” Si. Ho fatto più tardi, ogni giorno è più tardi, perchè ogni giorno aumento la distanza da te…

Ma come te lo dico che è finita, mentre lentamente, muoio… E non voglio morire… perché vedi, un tempo sarei morto per te, ma adesso non voglio morire di te… 

Annunci

23 pensieri su “Colloqui intimi

  1. L’amore assoluto dura un tempo breve, l’amore urlato ha una vita fatta catena da cui fuggire è quasi impossibile.
    L’amore è altro. Non si deve pensare di morire per amore, ma vivere.
    Ti sto seguendo, lo sai.

  2. Per come la vedo io l’amore vero non può finire. Se finisce non era amore, anche se ci assomigliava. Quindi perchè struggersi? Meglio essere onesti con se stessi e con chi abbiamo vicino piuttosto che portare avanti una bugia…
    Un saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...