Le ultime fioriture

Con questo post concludo il discorso sulla carne, perchè entriamo nel vivo della festa cristiana nella quale la Corporeità diviene centrale, ossia il Natale. Voglio farlo con questo post, che mi ricorda la bellezza da un lato, ma anche la precarietà di ciò che sono. E l’immensa dignità della quale sono stato dotato (non rivestito, che riguarda l’esterno di me, ma dotato, dall’interno, come ciascuno). La bellezza è sempre, anche, fragilità. La bellezza è sempre anche spreco. Ma per questo essa è ancor più preziosa. La logica della carne è quello dello spreco. Perchè solo lo “spreco” può contemplare l’amore. Perchè solo l’amore può essere “senza misura”.

Un abbraccio a tutti voi e grazie, grazie per la pazienza con la quale avete seguito questo intenso discorso sulla carne e sulle sue implicazioni…e adesso prepariamoci ad entrare nel Natale…

Annunci

29 pensieri su “Le ultime fioriture

  1. Io devo recuperare, una parte l’ho seguito ma devo approfondire. Penso di non lasciare commenti, ma di assaporare il tuo lavoro. Mannaggia, faccio una faticaccia a seguire tutto quanto, non ho più la resistenza di prima nel fare notte fonda, forse la vecchiaia si fa sentire, mi stanco più in fretta 🙂

    • Ciao pat, non importa che commenti tutto… E forse non importa nemmeno che guardi tutto. Quello che conta è che quando apri il blog, in qualunque parte del percorso si trovi, sia per te un momento piacevole. Poi è chiaro: il tuo commento è prezioso, ma anche il tuo silenzio. Un abbraccio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...