Un anno di noi: Chiara e Kalosf

 

Chiara è qualcuno di particolare all’interno del quadro delle mie amicizie legate a wordpress. E’ un personaggio poliedrico, con una cultura saldamente formata ed una visione umana caratterizzata da quel pregio tutto femminile che la conduce ad occuparsi con passione dei temi sui quali scrive o racconta. Di più. Chiara si racconta. Continuamente. Lo fa in quel che scrive, lo fa mostrando i sentimenti, le emozioni che la attraversano in ogni momento del suo procedere: che stia lavorando, che stia amando, che si stia occupando di qualcosa di sociale o di culturale.

Chiara è una scrittrice non di storie, poesie, ecc… No. Chiara scrive la sua storia, attraverso le sue parole ed attraverso i suoi silenzi. Come in questo caso, come nel caso di questo compleblog, dove la sua presenza è piuttosto un silenzio, come potrete leggere dalle sue righe. A te Chiara, grazie. Grazie per il tuo blog. Per esserci stata l’anno scorso ed aver scelto di esserci anche quest’anno. Grazie. Di cuore.

“È la tua anima benedetta a riflettere tra opache ombre e luci”
Chiara

Quando Kalosf mi ha inviato questa foto per il compleanno del suo blog, questa e non un’altra, ha pensato a me, al mio modo di essere, di comprendere l’amore, aspettandosi, come da richiesta, qualche riga a commento.
Quando io ho ricevuto questa foto ho perso le parole. Un silenzio profondo ha abitato la mia mente, giacchè molto stavo ricevendo da questo ritaglio di intimità. Ho sentito di avere avuto un privilegio da Kalosf, la possibilità di vedere per qualche attimo tra le sue cose, i cassetti, le pagine del suo diario, accolta alla sua tavola. Questa foto è da giorni nel desktop del mio pc, il bianco e nero scintilla e io mi sento a casa.

Non sempre una fotografia può avere una didascalia, e ciò accade quando quello che la stessa fotografia aveva da dire è già stato detto.

Chiara

Il post più commentato di Kalosf

Quando celebri un compleblog ti vengono in mente delle strane curiosità. Una di queste è quella di andare a vedere quale sia il post più commentato in assoluto in tutta la storia del blog.

…E ti aspetti che per il taglio di kalosf sia qualcosa di fotografico, filosofico o spirituale…

Ed invece ti accorgi di colpo che hai sbagliato tutto. Che non hai capito niente. E che il più commentato dei tuoi post [che per altro non ha nemmeno una foto particolarmente bella, ma il mio faccino, (per quanto filtrato dal buon kalosf 😉 cosa della quale lui è rimasto davvero malissimo] è il seguente:

Parliamo di nudismo

87 commenti, con un dialogo tra Il sabato mattina  ed un Ysingrinus in grande spolvero su nudità, barbe ed affini (la maggior parte dei commenti si deve infatti proprio ad Ysi, personalità probabilmente tra le più capaci  di creare comunicazione sul blog, insieme ad Avvocatolo…a proposito, venerdì mattina ci si vede con il primo Kavvingrinus)

Ok, perciò. Parliamo pure di nudismo (ma magari facciamolo con una foto pudica ;-).

Ciao a tutti amici, siete sempre il mio stupore!