Kalosf poeta fuori di sè

Se Kalosf, nelle sue pagine non si racconta molto in poesia, lo fa decisamente di più nel blog amico “La nostra Commedia“. La sua “relazione” con questo multi-blog comincia prestissimo. Già il 18 marzo (cioè a pochi giorni dalla sua nascita avvenuta alla fine di febbraio 2014) inizia a scrivere i primi post-fotografici. La sua presenza su “La nostra Commedia” diventerà poi piuttosto assidua e -forse perchè “lavora” su uno spazio diverso dal suo- si concede molte parole e creazioni “poetiche”. La qualità delle prime foto sul multiblog è bassissima, a causa della piattaforma. Man mano con i vari aggiornamenti di WordPress esse vanno migliorando (recentemente il multiblog si è trasferito a questo indirizzo, al quale è possibile iscriversi. Il vecchio LnC al quale appartengono le poesie è comunque sempre visitabile).

In alcuni casi le poesie nascono dal suggerimento di qualche “tema settimanale” (il multiblog in qualche modo incanala le energie dei suoi fruitori dando attraverso la redazione dei suggerimenti di creatività), in altri casi invece accompagnano lo scatto in modo estemporaneo. Qui sotto segue l’elenco da leggere orizzontalmente dalla più recente (essere in una rosa) alla più “vecchia” (binari)

Essere in una rosa               Fragile                          Prima di sfiorire             Tempo                              Brandelli di luce

Dimenticare il ricordo         Fragilità                        La luna                             Fuori programma          Pioggia

Se la notte vive                     Sei qui                          Prima che sia finita        Imperativi infiniti (senza fotografia)

Fino al silenzio                      Ci sono luci per te?     Spegne la luce                La luce sul vuoto           Lascia che io sia il vuoto

L’alba                                      Incanti                          Giro di fiori                      Lo specchio e la rosa (in latino)

Alone/solo                              Sono luce                     Intreccio                          Nuvole a sera 

Oltre il perdono                    Quando cadrai            Come un fiore e non il vento                                Carousel

Tra me e te                            A due voci                    Attardati pure                 Oltre la tristezza            Scale liquide 

Luci                                         Panchina                      Sono reo di vita              La conclusione                Binari 

Cadendo di sogno 

Come tristezza che assale,

mentre cado di morte

lasciando i petali al flusso del tempo.

Tutta l’ombra di un’illusione

sorregge nel buio

quel luminoso sogno

appassito come un fiore caduto,

cullato dal vento

(Composizione poetica di Eufemia Griffo e Kalosf. Fotografia di Kalosf)

A tre mesi dall’inizio…

Sono arrivato su wordpress da instagram. Ero arrivato lì per le fotografie, ne sono uscito con la sensazione di avere sbagliato molte cose, ma con la volontà di continuare con questa passione che avevo riscoperto nell’estate con l’acquisto dell’iphone.

Non pensavo che fotografare mi avrebbe preso così, ma dopo l’esperienza su insta non volevo più avere alcun genere di contatto da “social”. Mi sentivo infastidito, nauseato, arrabbiato perfino per il senso di mediocrità dei rapporti di quella piattaforma. Ciò che desideravo era solo condividere le foto, ma con una serie di opportuni filtri.

Quando ho iniziato con wordpress, volontariamente ho postato qualche foto proveniente da insta,  per dare una continuità (delle foto lì postate non resta nulla, tranne forse qualcosa nella mia pagina facebook: Le briciole di kalosfhttps://www.facebook.com/pages/Le-briciole-di-Kalosf/214428682087418 ) , ma volevo che fosse qualcosa di nuovo, di diverso. Uno spazio nel quale potessi uscire davvero, con tutto ciò che porto nel cuore, con la mia vita reale trasfigurata dalla luce e realizzata (nel senso proprio del termine, ossia fatta reale) nella luce.

Desideravo comunicare questo a coloro che avrei incontrato. In modo semplice, diretto, non perdendo quella spontaneità e leggerezza che non vivevo più su insta.

Da allora sono passati tre mesi e…

oltre 350 foto pubblicate, 263 amici che sono passati sulla pagina e l’hanno scelta, 8893 likes e 2449 commenti…

Non posso che dirvi “grazie”. Non per i numeri (che sono l’ultimo punto del mio interesse), ma per questa rete piena di profondità che si è creata, per i momenti di collaborazione intessuti, per la pazienza che avete avuto nel guardare, commentare e criticare le mie foto. Voglio dirvi “grazie” perchè il mio blog si è trasformato in questi mesi, è divenuto “altro” da se stesso perchè la vostra presenza mi ha aiutato a comprendere cosa o come gestirlo.

Kalosf con la sua ricerca prosegue. Continuare a scrivere con la luce, significa essere ancora luce. E voi siete con me in questo viaggio… Vi ringrazio di cuore. Uno ad uno.

Tanka

Il terzo momento (l’ultimo) della collaborazione con Jalesh. Ancora grazie per l’opportunità ed il privilegio.

 

Tanka

mina il mio cuore 
un’emozione forte
per l’eternità

senza dimenticare
un fiore ti porterò

(Jalesh)

20140516-200239.jpg

Lux

I seguenti tre post sono caratterizzati dalla collaborazione con Jalesh.

Ho notato in questi pochi mesi di wordpress che Jalesh riesce (in qualsiasi ora del giorno) a porre un commento su ciò che viene prodotto da coloro che segue. Non un semplice “mi piace” ma sempre un commento, preciso, puntuale che denota una lettura “vera” ed una profonda attenzione all’altro. È per me un onore poter ospitare, perciò, le sue composizioni nelle mie pagine ed aggiungere ad esse una mia fotografia.

Dopo le collaborazioni con Sun, Carlo e Niko, ecco una nuova collaborazione, con l’eleganza che contraddistingue le composizioni di Jalesh. A lei ancora il mio grazie.

Lux

Spunta l’alba rosseggiante
Si dissolvono le tenebre
Si illumina l’Universo
È un nuovo giorno

(Jalesh)

20140516-195947.jpg

Alzati amore

Andiamo.
Alzati amore
perchè è tempo di mare nelle nostre primavere.

Tempo di sole, nell’inverno che finisce.

E ti prego, non correre.
Camminami a fianco.
Perchè mi è male il perdermi,
e mi è dolore il perdere te.

Insieme.

 

La fotografia è di una persona speciale: SUN. L’indirizzo del suo blog : http://pensieridistesialsole.wordpress.
Le parole sono mie.

20140422-161234.jpg