Grazie a Jalesh (Un anno di noi)

L’inizio è sempre un momento importante. Ieri ho raccontato cosa sarebbe stato “Un anno di noi”, oggi vi offro il primo post di questo lungo percorso che cammineremo insieme, tra le vostre righe e le fotografie (a volte le creazioni) di Kalosf.

La prima amica, che ho il piacere di incontrare è Jalesh. Il “legame” con lei è fatto di molti commenti e scambi. La sua presenza, sempre molto “positiva” è diventata ormai costante su Kalosf (alle volte vorrei leggere una sua critica, ma niente, Jalesh imperterrita riesce sempre a vedere ciò che di bello è da vedere). Il suo blog, umile, quasi nascosto ma ricchissimo di poesia e del suo sentimento (oltre che della sua storia personale che spesso traluce nei suoi scritti ed è a volte come una ferita), che vi invito a visitare è: https://jalesh.wordpress.com/

E’ bello festeggiare con te, Jalesh, questo primo anno. Grazie di cuore. Per tutto quello che mi hai donato con le tue righe, con le tue foto e con la tua grande disponibilità (oltre che con quel tuo stile, che rende la tua presenza davvero unica)

Bagliore (composizione di Jalesh)

 

In un cielo tenebroso

un bagliore improvviso

Mi acceca all’orizzonte

2015/01/img_1726.jpg

Oltre la porta ti attende la luce…

La risposta a molti dei nostri perchè si trova nell’oltrepassare una porta. Farlo significa avere coraggio, perchè per quanto l’orizzonte possa apparire bello ed invitante, porsi in cammino è sempre un abbandonare le comodità in nome dell’esperienza del percorso. Spesso però è proprio il viaggio il luogo della luce e la destinazione rimane solo come orizzonte…. In alcuni casi poi, l’Orizzonte ci viene incontro. Ed in un caso addirittura, l’Orizzonte, il Futuro, ci ha oltrepassato e spinge il nostro cammino alle nostre spalle. Come un vento impetuoso.

20140329-112723.jpg